Effetti

Sempre ad AIR (ma non solo) è stata affidata la creazione di venti nuovi effetti, che colmano alcune lacune e completano l’offerta precedente di Pro Tools. Appaiono quindi un Multitap Delay ed un Auto Panner, accanto ad un Vintage Filter. Uno Stereo Width si incarica di codificare o decodificare la matrice di registrazione M-S. Ci sono nuovi riverberi, tra cui uno a molla. Ci sono poi i distorsori SansAmp di Bomb Factory, dal suono aggressivo e molto adatto ai generi industrial. Il Frequency Shifter è invece un raffinato ring modulator completamente programmabile. Infine, un sofisticato metronomo aggiunge diverse opzioni al classico, non sempre efficacissimo ‘clic’.

Per chi ha bisogno di distorsioni più tradizionali c’è Eleven, un ottimo simulatore di amplificatori per chitarra dotato di un buon numero di modelli, e di una ragguardevole qualità sonora.

Eleven

Uno dei modelli di amplificatore di Eleven (un VOX AC-30, per l’esattezza).

Ad accogliere i nuovi effetti ci sono dieci insert per canale, un numero doppio rispetto al passato. In LE e M-Powered continua purtroppo a mancare la compensazione automatica del delay, problema che affligge per natura tutti i bus dei mixer software.

[Manca anche la possibilità di “congelare” una traccia con i suoi effetti e strumenti virtuali, cosa che permetterebbe di liberare il carico di lavoro dei DSP durante il lavoro.] È interessante però notare che i plug-in non vengono scaricati dai DSP alla chiusura della sessione, quindi il lancio di nuovi progetti è, in genere, decisamente più veloce.

Grazie al formato proprietario dei suoi plug-in, Digidesign si è assicurata l’esclusiva di alcuni pacchetti di effetti di grande qualità, come la collezione MacDSP.



intro | versioni | aspetto | arrangiamento | midi | notazione | audio | synth | effetti | altro | conclusioni


Pubblicità/Ads

 
Stacks Image p11_n15