La USB

Nascosta da uno sportellino laterale si trova la minuscola presa USB 2.0. Il collegamento alla presa USB di un computer permette di trasferire i file da e verso il registratore. Su Mac non occorrono driver, visto che il DR-1 è riconosciuto immediatamente come una normale unità di memoria rimovibile. Il trasferimento, purché la presa sia una vera USB 2.0, è molto veloce. I file conservano la data e l’ora di ultima modifica stampati dall’orologio interno del DR-1.

DR1_e_Amadeus

I file registrati possono essere aperti con un programma su computer.

A differenza di alcuni concorrenti, il DR-1 non può essere usato come microfono USB: una volta collegato al computer il registratore si disattiva, e si trasforma in una semplice memoria di massa.

Il collegamento alla Usb permette inoltre di ricaricare la batteria interna. La sua durata è notevole: si possono registrare circa sei ore consecutive, prima di dover cercare una presa USB o collegare l’alimentatore opzionale.

La durata della registrazione dipende però anche dalla capienza della scheda SD. In ogni caso, c’è da tener conto che un file non può superare la dimensione di 2GB (che può essere impostata su un valore minore), raggiunta la quali la registrazione si ferma. A differenza che in alcuni prodotti della concorrenza, purtroppo non viene automaticamente creato un secondo file in cui proseguire la registrazione.



intro | storia | descrizione | microfoni | usb | conclusioni | studiare


Pubblicità/Ads

 
Stacks Image p11_n15