Mix

La pagina di Mix è quella in cui si bilanciano i due canali stereo, costituiti dalla coppia di microfoni posta vicino ai martelletti (Close), e l’altra dal mix di tutti i microfoni ambiente (Room-Mix).

La ripresa vicina è molto incisiva. Cattura un attacco immediato e brillante, molto metallico, che può dare al pianoforte un caratteristico suono tintinnante. L’altro canale è costituito da un mix stereo di tutti i microfoni ambiente, composti da un albero Decca appeso sopra lo strumento, una coppia di microfoni distanti, e due coppie surround (che captano anche le riflessioni da soffitto e pareti). Aumentarne gradualmente il volume dà al pianoforte corpo e presenza, con una marcata riverberazione naturale.

vsl-stein-light-mix

Il semplice, potente mixer del Vienna Synchron Piano Player.

vsl-stein-light-mix-eq

I due canali incorporano un flessibile equalizzatore, che consente di scolpire il suono con estrema finezza.

vsl-stein-light-mix-pan

L’ampiezza del fronte stereo di ogni canale è regolabile con un avanzato controllo di Pan, cosa molto utile per decidere se la sorgente deve essere più diffusa o concentrarsi su un punto del palco.

I canali sono dotati anche di un delay, che può essere usato creativamente, ma può anche servire a smussare il suono per un tipico timbro “ambient” da sottolineatura cinematografica.

La pagina Mix contiene anche i controlli del riverbero algoritmico, di cui si possono regolare decadimento, ritardo iniziale, livello e timbro. Se il riverbero naturale registrato aggiunge realismo al suono, quello artificiale lo esalta, smussando gli angoli e immergendo lo strumento in un ambiente iperrealistico.


Pubblicità/Ads

 
Stacks Image p11_n15